Ultimi articoli

Presentazione Libro “Il Simbolismo dei giochi”

Presentazione Libro “Il Simbolismo dei giochi”

Sabato 1° aprile ore 16 al PLAY di Modena (primo piano, Sala 30) siete tutti invitati alla presentazione ufficiale della nuova collana di libri dedicati al mondo ludico: “InGioco”, della Unicopli, di cui sono il Direttore Editoriale (con Andrea Angiolino a supporto). Si tratta praticamente di un unicum nell’editoria italiana per quanto riguarda argomento e taglio, e quindi è un evento nel suo genere. I primi due volumi, già disponibili, sono la riedizione del sempre richiestissimo “Giocatori non biologici in azione” di Cosimo Cardellicchio e l’inedito “Il Simbolismo dei giochi” del sottoscritto, di cui parlerò un po’ più dettagliatamente nei prossimi giorni. Contestualmente sarà presentato anche un altro volume che non fa parte della collana ma che in qualche modo è molto vicino al mondo ludico: “Numeri” di Dario De Toffoli, Dario Zaccariotto e Silvia De Toffoli. Alla presentazione, oltre agli ...

La Top Ten dei commenti sulla sentenza

La Top Ten dei commenti sulla sentenza

Dopo la sconsolante sentenza della giudice del Texas che ha negato il plagio di Bang! e, di fatto, reso impossibile il copyright dei giochi negli USA, come prevedibile si sono scatenate le reazioni del mondo ludico. Oltre alle attestazioni di stima e di solidarietà ci sono state anche quelle di chi non sa o non ha capito alcuni aspetti fondamentali della questione. A me piace discutere, ma non ho tempo per rispondere alle stesse osservazioni fatte da chi ignora come stanno certe cose. Ecco quindi una classifica dei commenti di questo genere con le informazioni necessarie: 10° posto: “E’ una mossa pubblicitaria”. Magari fosse così. Gli avvocati americani si fanno pagare a minuti e le attività vengono conteggiate minuziosamente, compresa anche solo la lettura di una mail (la risposta, ovviamente, viene contabilizzata a parte). Con quello che la dV ha speso per il processo avrebbe potuto mandare una serie di spot ...

Le donne giocatrici

Facendo seguito a un post di Giorgia Pandolfo, pubblico un articolo originariamente scritto per la rivista CoachMag in cui dettaglio qualche differenza fra il modo di giocare degli uomini e delle donne derivato dalla mia esperienza personale, fra il serio e il faceto. Premetto e ribadisco, a scanso di equivoci, che non voglio assolutamente generalizzare e che le mie sono più che altro osservazioni statistiche, non giudizi né, ci mancherebbe, pregiudizi. Per chi volesse altri spunti l’argomento consiglio il piccolo ma notevole lavoro di Marco Donadoni, “Le donne, i cavallier, l’armi e i lavori. Meditazioni sui modelli di relazione e di management al femminile partendo da un’esperienza di gioco”, Società Editrice Dante Alighieri, 2011. Che l’uomo e la donna siano sostanzialmente uguali è un dato di fatto, ma ciò non toglie che il modo in cui vivano il gioco si dimostri differente, e capirlo può aiutare a trovare la chiave ...

EmilianoSciarra

Sono autore di giochi, scrittore, musicista, programmatore analista e grafico pubblicitario, nell’ordine.

Il mio gioco più famoso è BANG! (dV Giochi, 2002), un gioco di carte speciali ambientato nel Far West. Il mio libro più importante finora è L’Arte del Gioco (Mursia, 2010), un saggio divulgativo di ludologia.

Tweets

RT @Gioconomicon: Avete letto i libri della collana InGioco di @EdUnicopli ? Ce ne parlano Cardellicchio, Sciarra e Angiolino https://t.co/…
RT @dVGiochi: New #Gunslingers are coming into town. They are Armed & Dangerous! Ready to fight? Follow us for updates. #ComingSoon #cardga…
@Joestarsaur Some mobile versions of the game (by SpinVector) already exist, but dV Games is working on another, be… https://t.co/4wG5Dm9BH1


Seguimi sui Social

Facebooktwitterlinkedinrss