Master in Game Design & Management LUISS

Quando il mondo accademico si occupa di giochi è sempre una buona notizia, perché finora non è che si sia interessato molto dell’ambiente ludico, se si escludono alcune eccezioni come gli studi comportamentali o pedagogici.

Finora le iniziative sono state sporadiche: un paio di corsi al Politecnico di Milano, master di cui è difficile trovare traccia, perfino qualche raro indirizzo di laurea in Videogiochi, i quali sono l’obiettivo primario (per non dire l’unico) di queste proposte dato il suo mercato gigantesco che muove decine di miliardi di dollari l’anno.

Per questo è davvero una notizia con i fiocchi l’istituzione del Master in Game Design da parte della prestigiosa LUISS di Roma “Guido Carli”.

Si tratta di un progetto di 300 ore che partirà ad aprile di quest’anno e che presenta una serie di corsi davvero interessanti e originali: infatti oltre agli scontati corsi di Videogioco e Strategie transmediali e crossmediali e agli indispensabili Fondamenti di Game Design troviamo pure Dinamiche educative e culturali nel gioco, Consumi ludici e user experience, Gioco formativo, Gioco di Ruolo, Eventi e comunicazione nel contesto ludico italiano, Imprenditorialità ludica, Storia del gioco italiano, Wargame e – dulcis in fundo – Boardgame e Carding game, che è il corso di mia diretta pertinenza.

Come si vede il taglio, rispetto ad altri corsi e master, vola maggiormente in alto rispetto ai soli videogiochi e vuole spaziare su un orizzonte molto più vasto, dove il gioco elettronico è solamente una delle tante declinazioni dell’applicazione ludica. La formazione è quindi a 360 gradi e darà ai partecipanti una vera e propria cultura ludica staccata dalle contingenze tecniche del momento. Si vede chiaramente l’impostazione della LUISS più verso l’imprenditorialità che verso l’applicazione immediata: si tratta di una base formativa per essere in grado di proporre, sviluppare e gestire idee ludiche di ogni tipo, anche in grande, più che per diventare programmatore di App – un indirizzo che approvo in pieno e che mi piace molto. In effetti gli sbocchi professionali dichiarati non si limitano a Game Designer, ma ci sono anche Game Specialist in H/R e Formazione Aziendale, Game Producer, Start-upper e Imprenditore dei mercati ludici, Analista e consulente per la Game Industry.

I docenti sono alcuni fra i nomi più importanti dell’industria ludica (certo, non tutti): nel mondo del gioco da tavolo sono presenti infatti Alessio “Warhammer” Cavatore, Matteo “Sine Requie” Cortini, il conduttore radiofonico, storico e scrittore Sergio Valzania, il responsabile di LuccaGames Emanuele Vietina, il decano Marco Donadoni, il cofondatore di Asterion Luca Cattini e anche il sottoscritto, che come detto è assegnato al corso di Boardgame e Carding game. Inoltre ci sono pure personalità provenienti da altri campi come Ilaria Mariani (ricercatrice di comunicazione e Game Design), Francesca Antonacci (pedagoga), Raffaele Gaito (cofondatore della sviluppatrice di videogiochi Mangatar), Roberto Semprebene (semiologo) ed infine Enrico Gandolfi (sociologo), che è uno degli ideatori e coordinatori di tutto il corso, autore del recente Generazione Nerd (ed. Mimesis, 2014) presentato proprio a Lucca lo scorso novembre. Anche qui, come si vede i videogiochi, pur nella loro innegabile importanza e tracotanza nel mercato globale, sono visti in maniera più distaccata ed equilibrata, una dote davvero rara.

Si tratta comunque di una prima edizione, e se il corso avrà successo si potrà ampliare l’offerta formativa e allargare il raggio d’azione.

Ci vediamo con chi sarà a frequentare il master: di sicuro sarà, anche per me, un’esperienza nuova e stimolante.

Aggiornamento: l’inizio del Master è stato posticipato a gennaio 2016.

EmilianoSciarra

Sono autore di giochi, scrittore, musicista, programmatore analista e grafico pubblicitario, nell’ordine.

Il mio gioco più famoso è BANG! (dV Giochi, 2002), un gioco di carte speciali ambientato nel Far West. Il mio libro più importante finora è L’Arte del Gioco (Mursia, 2010), un saggio divulgativo di ludologia.

Tweets

RT @dVGiochi: Finally we can announce the BETA version of BANG! on Board Game Arena! 🍻 Find out more: ➡️ https://t.co/MAryvmtGxJ #dVGioch…
RT @dVGiochi: It is with great regret that dV Giochi says goodbye to Alessandro, illustrator of BANG! the card game. Sometimes in life you…
Sabato alle 11 ultimo saluto ad Alessandro Pierangelini, amico di lunga data e disegnatore originale di Bang!, scom… https://t.co/84oYgiAinj


Seguimi sui Social

Facebooktwitterlinkedinrss